Emiliano Ceredi – Chitarre, Bouzouki e Percussioni

Nasce a Cesena il 18 marzo 1975, annus horribilis. Viene tirato su a pane, cinema e vario cantautorame da genitori incauti, e a ciò si deve l’amore viscerale e malsano per la saga di Star Wars, 2001 Odissea nello Spazio, De Gregori e – ça va sans dire – De André. Per fortuna, alla sua educazione politica contribuiranno le figure dei nonni partigiani.

Scopre ben presto di non essere affatto portato per la chitarra, e infatti si innamora perdutamente della seicorde e comincia una lotta impari con le sue dita ancora troppo corte. Numerose sono le scuffie musicali che costellano la sua adolescenza, da Dylan agli Iron Maiden, ma approdato ai Rolling Stones cade in vero e proprio deliquio, comincia a suonare la chitarra elettrica e fonda un paio di gruppi senza speranza.

Dopo il Liceo Classico, in preda a un impulso autodistruttivo, si iscrive a Scienze della Comunicazione. Passa a Bologna quattro anni, durante i quali trascorre lunghi pomeriggi al cinema Lumière, e viene a contatto con la musica popolare ed etnica, dai canti del lavoro alla musica yiddish, a quella celtica, alle pizziche del Salento, e si ammala d’amore per il Sud.

Appassionato di cinema, continua pervicacemente, da una decina d’anni, a travestirsi da critico cinematografico una volta al mese per scrivere una rubrica su una rivista locale, “La parola”, organo dell’omonima associazione, e collabora con il sito Studiocinema. Ha anche tenuto per qualche anno un corso di Cinema e Storia per gli studenti delle scuole medie superiori, e ha curato alcune rassegne al Cinema San Biagio. Ha collaborato con l’Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età contemporanea di Forlì-Cesena, e con una casa editrice locale. Ha lavorato per alcune agenzie di comunicazione, e nel 2006 è approdato in quel di Reggio nell’Emilia, dove tutt’ora vive e lavora presso una casa editrice.

Nonostante le buone prospettive di diventare miliardario con questa folgorante carriera, per arricchirsi ulteriormente continua a suonare assieme agli Artenovecento come chitarrista e percussionista a tempo perso, oltre che con i Sottalpalco, gruppo che propone musica popolare del Sud.

Musica:

Tanta e varia. Quella popolare celtica, gitana, greca, salentina, klezmer. Gerschwin e i Rolling Stones, Bob Marley e Beethoven, CCCP e CSI, gli Area, Lou Dalfin, le canzoni anarchiche e socialiste di Otto e Novecento, La Moresca, Yo Yo Mundi, Daniele Sepe, Steve Goodman, Nick Cave. E poi i cantautori intelligenti, da Francesco De Gregori a Paolo Conte passando per Fabrizio De André, Gian Maria Testa, Ivano Fossati, Francesco Guccini, Franco Battiato, Eugenio Bennato, Leonard Cohen, Tom Waits. Adorazione senza riserve per Giovanna Marini

Autori letterari:

Narrativa: Antonio Tabucchi, Cesare Pavese, Beppe Fenoglio, Michele Serra, Luigi Pintor. Poesia: il gobbo di Recanati, Eugenio Montale, Pier Paolo Pasolini, Hans Magnus Enzensberger, i poeti dialettali Raffaello Baldini e Walter Galli. Fumetti: Hugo Pratt, l’Altan di Colombo e di tutti i “romanzi sconvenienti”, il Frank Miller del “Cavaliere Oscuro”, Doonesbury di Garry B. Trudeau.

Teatro:

Il teatro civile di Marco Paolini e Dario Fo, Mai morti di Renato Sarti; Carmelo Bene, Paolo Poli, Moni Ovadia; il Rocky Horror Show (le calze a rete magari no, ma il trucco me lo metto volentieri).

Cinema:

Sergej Michailovic Ejzenstejn, Luis Buñuel, tutte le meravigliose “ombre ammonitrici” dell’Espressionismo tedesco, Charlie Chaplin, Orson Welles, Mario Monicelli, Pier Paolo Pasolini, Sergio Leone, Elio Petri, Marco Bellocchio, Woody Allen, Nanni Moretti, Emir Kusturica. Su tutti, Stanley Kubrick, master filmmaker.

Mi piace:

Laura Morante; giocare con la musica; tirare tardi col vino e gli amici.

Non mi piace:

i berlusconi e i berluschini; la moda filo-trash degli pseudointellettuali (La Corazzata Potëmkin NON è “una cagata pazzesca”, Viva la foca e Roma a mano armata invece sì, senza se e senza ma. E zét).

Motto:

“Si lavora e si fatica per i soldi e la musìca”. (Emi)

Write a Reply or Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.